Da Roma a Bologna, è un’unica striscia di mozziconi

Spread the love

Le Egadi in prima fila nel combattere il fenomeno delle cicche di sigaretta gettate in mare.

Anche quest’anno torna nell’Area Marina Protetta Isole Egadi il progetto “Ma il mare non vale una cicca?”, campagna di salvaguardia ambientale contro l’abbandono dei mozziconi di sigaretta sulla spiaggia e in mare, che sarà condotta dai volontari di Marevivo, lungo tutte le coste italiane, nei giorni 3 e 4 agosto.
Una fila di mozziconi lunga come oltre 83mila auto, che coprono senza soluzione di continuità la distanza Roma-Bologna, sono state raccolte e risparmiate al mare e alla spiaggia con questa iniziativa che giunge, quest’anno, alla quinta edizione.
Al link http://mailmarenonvaleunacicca2013.it/ sono reperibili tutte le informazioni, i video, le foto, le cartine e le curiosità sulla campagna di quest’anno. Nell’area marina protetta delle Egadi il progetto è animato, oltre che dai volontari di Marevivo, dal personale dall’Ente gestore, che distribuirà ai turisti i kit per il posacenere da spiaggia e le brochure divulgative dell’iniziativa e dell’Area marina protetta presso la spiaggia libera di Lido Burrone, a Favignana, presso il porto turistico di Marettimo e presso il porticciolo di Levanzo.

Gli stessi materiali saranno inoltre distribuiti a bordo delle barche che effettuano trasporto passeggeri e ai diportisti che ormeggiano ai campi boa dell’Area marina protetta.”Iniziativa di educazione ambientale semplice e intelligente – commenta il Presidente dell’AMP e Sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto – che ancora una volta Marevivo ci offre di realizzare nelle nostre isole, per il terzo anno consecutivo. Il mare è il nostro patrimonio e il nostro futuro, rispettarlo significa rispettare noi stessi. Un grazie a Marevivo, a tutti i volontari e ai cittadini e ai turisti che utilizzeranno i posacenere in spiaggia o in barca, evitando di buttare le cicche in mare”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *