Soldini nella rete di Initiatives-Novedia

Spread the love

Non ce l’ha fatta il Telecom Italia di Giovanni Soldini a vincere questa prima edizione della Solidaire du Chocolat, una regata tra la Francia e lo Yucatan, che si è rivelata durissima, segnata da continue e successive perturbazioni che hanno messo a dura prova l’intera flotta ed in particolare il duo Soldini-D’Alì.

http://www.rainews24.rai.it/ran24/clips/2009/11/la-solidaire-du-chocolat-15-11-2009-arr.flv
L’arrivo di Telecom Italia

Abituato a qualsiasi mare in qualsiasi latitudine, per la prima volta nella sua straordinaria carriera costellata di successi Giovanni ha lottato semplicemente per la “sopravvivenza”, per non finire ingoiato dai flutti, come pure ha temuto, e non per la vittoria.

Ad un certo momento è sembrato pure che potesse farcela, era passato in testa alla flotta, ma non aveva fatto i conti con un’avaria che lo ha rallentato per giorni interi, impedendogli di aprire al vento tutta la tela possibile. E pian piano ha dovuto cedere il passo allo straordinario Initiatives-Novedia che ha meritatamente conquistato la vittoria.

Ma la vittoria è anche per telecom italia e per giovanni e Pietro che portano a csa la cosa più importante: il racconto dell’avventura che, come ha promesso Giovanni, sarà in montagna, senza onde, ma magari comodamente seduto davanti ad un caminetto acceso. Bravo Giovanni, comunque sia è stato un successo anche il finale da brivido per mantenere la seconda posizione.
Al rilevamento delle h 13 il Class 40 francese si trova in terza posizione a sole 4 miglia dalla barca italiana che naviga con poco vento in condizioni molto sfavorevoli. Telecom Italia riesce infatti a esprimere al meglio la propria potenza con vento superiore ai 10 nodi.
Si stanno rivelando durissime le ultime ore di regata per Soldini e D’Alì che hanno alle spalle anche una notte difficile, passata a cercare di liberarsi da tre o quattro reti di pescatori della lunghezza di un miglio che si erano aggrovigliate intorno alla chiglia di Telecom Italia.
Racconta Soldini: “Siamo passati in un enorme campo di pescherecci, non segnalato. Era pieno di barchini che non avevano illuminato o segnalato le reti, ed è stato inevitabile finirci dentro. Abbiamo passato la notte a tagliare le reti insieme ai pescatori che gentilmente ci hanno dato una mano. Immagino che anche Cheminées Poujoulat ne abbia presa qualcuna ma forse non quanto noi, dato che ha accorciato molto le distanze. Oppure semplicemente la barca francese va di più di noi con poco vento. Fatto sta che abbiamo ripreso il match race. Noi non molliamo, sarà una lotta fino all’ultimo miglio col coltello fra i denti”.
Nel frattempo la prima edizione della Solidaire du Chocolat (la transatlantica in doppio dalla Francia al Messico) ha un vincitore: alle 9h25′ (ora italiana) di stamattina i francesi Tanguy de Lamotte e Adrien Hardy a bordo di Initiatives-Novedia hanno tagliato il traguardo percorrendo le 5000 miglia di regata in 26 giorni, 16 ore e 35 minuti.
Telecom Italia è attesa a Progreso (Yucatan) tra stanotte e domani mattina. Ancora 120 le miglia da percorrere per la barca italiana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *