Transpacific, Maserati senza vento

Spread the love

Troppo poco vento per Maserati e Soldini, che perdono così la leadership della regata a favore del 100 piedi australiano Ragamuffin, passato al comando dopo una serrata lotta in pieno Pacifico.
Maserati naviga ora a 60 miglia di distacco da Ragamuffin, sperando che il vento aumenti in modo da tentare l’assalto alla testa della regata, perchè Maserati predilige il vento sostenuto alle ariette che favoriscono invece il maxi australiano.

“Facciamo il possibile per sfruttare ogni minimo refolo di vento, continuiamo a strambare”, racconta Giovanni Soldini da bordo. “Purtroppo ieri abbiamo avuto in media 7, 8 nodi di vento e adesso ne abbiamo 11. In queste condizioni Ragamuffin e tutte le altre barche sono molto più avvantaggiate, riescono a fare angoli migliori, perché strette e leggere. Maserati è una barca potente, larga, con tanta superficie bagnata, e per esprimersi al meglio ha bisogno di venti-medio forti, dai 17 nodi in su. Speriamo che nelle prossime ore la situazione migliori un pò, purtroppo le previsioni non risultano esatte, ieri ci davano 12 nodi di vento e ne abbiamo avuti 8… Maserati è comunque sempre in gara, l’equipaggio è al top, siamo molto bravi e veloci nelle manovre, l’affiatamento è totale”.

La posizione della flotta, in temporeale

Nel frattempo nella classe dei catamarani si registrano un paio di avarie. Lending Club ha avuto una delle due derive danneggiate nello scontro con un palo del telefono galleggiante, mentre Phaedo, dopo aver disalberato, si sta dirigendo a motore verso Los Angeles.
Ancora 1000 le miglia da percorrere per Maserati fino all’arrivo a Honolulu.

La Transpac 2013 è una regata di 2.225 miglia aperta a monoscafi e multiscafi che si corre in equipaggio.

La partenza è avvenuta al largo della scogliera diPoint Fermin, San Pedro, Los Angeles, la linea di arrivo è posizionata di fronte al faro di Diamond Head (a est di Honolulu), nell’isola di Oahu, Hawaii.

Queste le altre barche iscritte nella classe 1 del VOR70 Maserati: gli americani Bad Pak (STP65), Invisible Hand (R/P 63), Medicine Man (Andrews 63) e Wizard (R/P 74), la barca australiana Ragamuffin (Elliot 100) e i messicani di Peligroso (Kernan 70).

A bordo di Maserati, oltre a Soldini, otto membri dell’equipaggio (Guido Broggi, John Elkann, Carlos Hernandez, Boris Herrmann, Gwen Riou, Corrado Rossignoli, Michele Sighel, Jianghe Teng “Tiger”), più il decimo uomo, Pierre-Laurent Boullais, amico di Elkann e appassionato di vela.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *