Soldini taglia il traguardo a S. Francisco, è record

Spread the love

Quarantasette giorni e una manciata di minuti: è il record della New York-San Francisco passando per Capo Horn stabilito da Giovanni Soldini a bordo del Vor 70 Maserati. Un record “storico” made in Italy, migliorato di ben 10 giorni e dopo 15 anni: nel 1998 quello stabilito da Yves Parlier a bordo di Aquitaine Innovations (categoria monoscafi) era stato di 57 giorni e 3 ore.

Quarantasette giorni di navigazione durante i quali le difficoltà non sono mancate. Ed anche l’arrivo non è stato dei più semplici, con il vento a fare le bizze e a mettere a dura prova la pazienza di Soldini e compagni. “E’ andata bene, anzi direi molto bene – racconta Giovanni Soldini a bordo di Maserati subito dopo aver tagliato il traguardo fissato sotto il Golden Gate Bridge – E’ stata una grande avventura, i rischi non sono mancati ma siamo felicissimi, per il record, per averlo abbassato di così tanto (10 giorni, ndr) e di aver messo la bandiera italiana su un record così difficile”.

Soldini e il suo equipaggio (otto uomini di diverse nazionalità) sono partiti a bordo di Maserati il 31 dicembre 2012 alle ore 17 49′ 30″ GMT da New York alla volta di San Francisco e hanno tagliato il traguardo  alle ore 18 31′ 59″GMT (le 19h 31′ 59″ italiane, le 10h 31′ 59″ locali), aggiudicandosi lo storico record della Rotta dell’Oro nella categoria dei monoscafi.   “La Rotta dell’Oro è un record storico – sottolinea lo skipper milanese –  e Maserati si è dimostrata una barca potente, veloce, tecnologica e molto affidabile.

L’equipaggio è stato straordinario, tutti molto preparati ad affrontare le situazioni più dure. Voglio ringraziare tutti i miei compagni d’avventura e i miei partner (Maserati, BSI e Generali), che hanno permesso a tutti noi di realizzare un sogno”.   Una traversata assai impegnativa con due momenti particolarmente duri: “Tecnicamente i momenti più difficili sono stati quando abbiamo navigato nei mari del Sud – racconta Soldini – fa freddo, c’è vento, ci sono tantissimi pericoli, gli iceberg, c’era poca visibilità. Psicologicamente, invece, navigare nel Pacifico non è stato facile. Soprattutto gli ultimi quattro giorni. Non c’era vento ed è stato un vero stillicidio. Ma alla fine ce l’abbiamo fatta e alla grande”.

Stasera a San Francisco Giovanni Soldini e l’equipaggio di Maserati faranno festa “ma io già sto pensando alla prossima sfida”, conclude sorridendo.


YouTube Preview Image

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *